domenica 30 settembre 2018

l'omino sporco, e stanco


Ogni sera (quasi ogni sera) vedo un uomo in un punto di una strada. 
E' piccolo, sporco, se di lavoro ci si può sporcare. 
Capelli incolti ed una busta in mano, forse il pasto per il turno che inizia o i resti del turno che è finito. 
Lì non si ferma l'autobus, aspetta che qualcuno passi a prenderlo. 
Ogni volta cerco il suo sguardo e non lo trovo, è sempre a testa bassa, non perché sembri aver qualcosa da nascondere, semplicemente sembra stanco, di quella stanchezza tipica di fatiche noiose che non portano da nessuna parte. 
Mi fa una tenerezza smodata, e lo ammiro, per la caparbietà con cui affronta giorni tutti uguali. 
Non posso fermarmi, sono una donna, e più giovane di lui, non capirebbe. 
Ma ogni volta che lo incrocio penso "Hey, ciao. Oggi come va? Dimmi qualcosa di te"







e 2013

Bug esistenziale

Inchiodato a un letto di ospedale con i ferri nelle ossa le ferite che non davano tregua che inzuppavano di sangue le lenzuola ero sorri...