lunedì 8 aprile 2019

Supplizi ai cuori audaci

Il dolore.

Se lo ascolti bene puoi sentire la tua anima.
Cercare la felicità è il più stupido dei vizi.
Sono nato felice, come tutti
eppure è la mancanza di felicità che mi ha fatto crescere.
Il dolore, non la felicità.

Sono quello che sono per quello che ho dovuto patire.
La gioia è figlia del tormento, frutto dalla breve vita.

Un cuore che soffre è tutto quello che ho,
è quello che sono.

Gli alberi sono sereni.
I sassi sono felici, senza pensieri.
I pensieri portano, invece, disperazione.


Auguro una vita serena a tutti i cuori pavidi,
e supplizi ai cuori audaci.


Bug esistenziale

Inchiodato a un letto di ospedale con i ferri nelle ossa le ferite che non davano tregua che inzuppavano di sangue le lenzuola ero sorri...